LA SIRENA DI NEW YORK


La sirena di New York
Vita e mito di Gilda Mignonette

con Alessio Arena, voce e chitarre
Arcangelo Michele Caso, violoncello

È l’8 giugno del 1953 e il transatlantico “Homeland” ha da poco attraversato lo stretto di Gibilterra, raggiungendo quel punto del Mediterraneo descritto dalle seguenti coordinate: latitudine 37′ 21′ Nord, longitudine 4′ 30′ Est; le stesse che saranno riportate sul certificato di morte della più celebre passeggera della vecchia nave, la cantante Gilda Mignonette.
Quasi settantenne, ammalata e consumata dall’alcol, Donna Gilda non riesce a rivedere quella Napoli che ha portato nel mondo e sul ricordo della quale ha costruito un patrimonio di appassionate canzoni, che l’hanno resa “Regina degli emigranti”.
Il suo ultimo viaggio è raccontato attraverso le voci di coloro che sono stati fedeli spettatori della sua vita di lussi e di miserie personali, del carteggio con Federico García Lorca, conosciuto una notte a Long Island, delle sue sfrenate passioni, di scontri con gangsters e con l’FBI, di una fama irrefrenabile, ma piena di insidie, come la città che ne fu il palcoscenico di riferimento, la luccicante New York dei Roaring Twenties.